Vai al menu principale Vai al contenuto Torna su

Visita il Palazzo Reale

Sala Pompeiana

Il Palazzo Reale, anche detto Palazzo dei Normanni, è patrimonio dell'UNESCO ed è incluso nell'itinerario arabo-normanno.

È possibile visitare il complesso:

da lunedì a sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40
(ultimo biglietto ore 16.40)

domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00
(ultimo biglietto ore 12.00)

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale

Il cuore dell’itinerario arabo-normanno è il Palazzo Reale, monumento simbolo della ricchezza, del potere politico e della cultura del regno normanno; al suo interno, custodita come un tesoro, si trova la Cappella Palatina: “la più bella che esiste al mondo, il più stupendo gioiello religioso vagheggiato dal pensiero umano ed eseguito da mani d’artista” (Guy de Maupassant).

Cappella Palatina

La Cappella Palatina

Dopo l’incoronazione del 1130, Ruggero II ordinò la costruzione della Cappella del Palazzo. Essa rappresenta sul piano architettonico e decorativo, l’incontro tra culture e religioni diverse, poiché furono coinvolte nella sua realizzazione maestranze bizantine, islamiche e latine.

Sala d'Ercole

La Sala d'Ercole

La Sala d’Ercole è il luogo nel quale si riuniscono, dal 1947, i deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana. Prende il nome dalle pitture raffiguranti il ciclo dedicato all’eroe mitologico greco, completate all’inizio del XIX secolo dall’artista Giuseppe Velasco (detto il Velasquez).

Sala Pompeiana

Gli Appartamenti Reali

Giardini reali

I Giardini Reali

All’interno del Bastione di San Pietro, parte del progetto di riorganizzazione difensiva della città di Palermo del 1560 affidato all’architetto Antonio Ferramolino, si trovano i giardini del Palazzo Reale. All’interno spiccano tre Ficus macrophylla, uno dei quali abbraccia un grande Pinus pinea.

Pianificare la visita

L'ingresso al Palazzo è in Piazza del Parlamento.
Oltre alla Cappella Palatina e alla Mostra, nel percorso turistico sono incluse tutte le sale degli Appartamenti Reali con esclusione della Sala Pio La Torre e Sala Piersanti Mattarella.

L’offerta di visita monumentale si arricchisce della visita ai Giardini Reali. I fruitori del Complesso Monumentale, in modo facoltativo, potranno inserirlo nel percorso turistico.

Nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì gli Appartamenti Reali sono interdetti al pubblico per lo svolgimento delle attività parlamentari, mentre resta visitabile la Cappella Palatina, ad eccezione di quando vi si celebrano le funzioni religiose. 


Giorni di chiusura
25 Dicembre e 1° Gennaio.

Giorni di chiusura anticipata
I giorni 15 Luglio e 4 Settembre sono nella città di Palermo giorni festivi, dunque la chiusura è prevista alle ore 13.00, ultimo ingresso alle ore 12.00.

Biglietti e costi

Ingresso mostra, Cappella Palatina e Appartamenti Reali
Intero € 12,00
Ridotto € 10,00

Ingresso mostra e Cappella Palatina
Intero € 10,00
Ridotto € 8,00

Ingresso solo Giardini Reali
€ 2,00

Biglietto ridotto
Hanno diritto al biglietto ridotto gli insegnanti di ruolo e i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

Cittadini di età pari o superiore ai 65 anni € 8,00
Ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni € 4,00
Studenti in visita didattica scolastica € 2,00

Biglietti omaggio
Docenti accompagnatori di studenti in visita didattica
Bambini e ragazzi di età fino a 13 anni, se accompagnati da adulti e non in visita didattica
Docenti e studenti regolarmente iscritti a corsi di laurea in materie storico, artistico e letterarie
Giornalisti, membri ICOM e dipendenti dell’Assessorato regionale dei Beni culturali
Diversamente abili e a un loro accompagnatore ove previsto.

Acquista i biglietti sul sito della Fondazione Federico II

Bookshop

Bookshop

Si trova al piano terra, all’inizio del percorso di visita; proprio nello spazio, un tempo adibito alla emeroteca, tra la sezione muraria seicentesca e le absidi della Chiesa inferiore.

Sala di Ruggero

Fondazione Federico II

La Fondazione Federico II è Organo culturale e informativo dell’Assemblea Regionale Siciliana. Intitolata al monarca che nel XIII secolo fece della Sicilia la culla delle lettere e delle arti e che seppe integrare le diversità etnico-culturali presenti allora nell’Isola, la Fondazione Federico II ha il compito di valorizzare il patrimonio culturale della Sicilia e dei suoi artisti.

Vai al sito della Fondazione